IMG_20190123_110626

Il servizio prevede, nelle fasi di indagine preliminare, caratterizzazione, monitoraggio e bonifica, il campionamento delle diverse matrici ambientali, quali terreni, acque sotterranee, aria, gas interstiziali, rifiuti e fibre aerodisperse, finalizzato alla determinazione dei seguenti parametri:

  • tipizzazione (anche direttamente in campo): potenziale Redox, ossigeno disciolto, pH, conducibilità, soggiacenza della falda ecc.;
  • tutti i composti e le sostanze di cui alle Tab.1 (terreni) e 2 (acque sotterranee) dell’All.5 della parte IV del D.Lgs. 152/06;
  • sostanze e composti volatili;
  • amianto;
  • parametri per l’Analisi di rischio: distribuzione granulometrica, pH, frazione di C organico, speciazione HC;
  • test di cessione (secondo norma UNI-EN 12457-2) e analisi dell’eluato per l’ammissibilità del rifiuto in discarica.

Le modalità di acquisizione dei campioni corrispondono ai criteri di cui al D.Lgs.152/06, alle norme UNI, nonché alle linee guida ed alle indicazioni degli organi di controllo (ARPA, ISPRA, ASL) coi quali vengono preventivamente stabiliti dei protocolli di prelievo e di analisi. Tutte le operazioni di prelievo vengono dettagliatamente documentate su specifici report, riportanti descrizioni stratigrafiche, metodologia di prelievo utilizzata, descrizione dei campioni prelevati, attrezzature impiegate, documentazione fotografica, ecc.

La strumentazione adottata comprende:

  • pompe di tipo sommerso per prelievo da piezometri di diam. min=3″ e profondità fino a 100 m;
  • pompe low flow;
  • sonda multiparametrica per tipizzazione in campo;
  • fotoionizzatore portatile per analisi dei COV;
  • bailer e microbailer;
  • freatimetri e misuratori di interfaccia water/oil;
  • campionatori prelievo aria/gas interstiziale con fiale a carbone attivo, con flussi di prelievo da 0,02 a 40 lt/min;
  • contenitori per la refrigerazione dei campioni.
20200624_110841 (FILEminimizer)

Si.Ge.A offre inoltre supporto per la redazione di Due Diligence ambientali: Due Diligence significa «dovuta diligenza». È un’operazione di investigazione e approfondimento di dati sull’oggetto di una transazione. Tipicamente eseguita in caso di compravendita di società, industrie o immobili, essa può riguardare diversi aspetti (finanziario, legale, fiscale, ambientale). Scopo finale della due diligence è valutare eventuali rischi cui il compratore va incontro, che potrebbero avere un impatto significativo sui ricavi attesi dall’operazione, sia perché rappresentanti dei costi, sia perché incidenti sul valore della proprietà, sia perché comportanti limitazioni all’utilizzo della proprietà.

Tali rischi possono essere dovuti a non conformità con la normativa vigente o a passività pregresse, pendenze amministrative o addirittura penali.

In sintesi significa fornire ai nostri clienti un bagaglio di informazioni che siano propedeutiche ad una stima economica, legata alle possibili problematiche associate con quello che stanno comprando o vendendo, prima di farlo. Si.Ge.A offre dunque al cliente una consulenza in una fase contrattuale preventiva, mirata alla valutazione dei rischi ambientali nel quale potrebbe incorrere il venditore o l’acquirente, sui temi di seguito elencati:

• Due Diligence a supporto di transazioni;

• Stima delle passività (liability) e delle potenziali passività ambientali (incertezza);

• Valutazioni dei rischi per il business (es. business interruption);

• Valutazione dei rischi ambientali;

• Analisi strategica/asset management.